Comitato direttivo:G. Aricò, M. Armisen-Marchetti, G. Cupaiuolo,   P. Fedeli, A. Ghiselli, G. Polara, K. Smolak, R. Tabacco, V. Viparelli

Redazione:A. Borgo, S. Condorelli, F. Ficca,
M. Onorato

Direttore responsabile: G. Cupaiuolo
Condirettore: V. Viparelli.

La rivista pubblica (in italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo) lavori filologici e letterari riguardanti la produzione culturale latina, ma accoglie anche saggi che prendono in considerazione aspetti  e problemi della società romana , nonché le tecniche e i modi connessi alla trasmissione del passato. Il periodo storico-culturale nel quale ci si muove è quello tradizionale (dalla fondazione di Roma alla tarda antichità), ma  occasionalmente vengono accolti anche contributi legati ad opere e autori di periodi posteriori in quanto eredi o interpreti del passato. Ma la vera cifra distintiva della rivista è dovuta alla grande attenzione che viene dedicata all’informazione: infatti molto spazio viene dato alle Rassegne di studi, alle Cronache dei convegni, alle Recensioni e schede bibliografiche, nonché alle Rassegne delle riviste e al Notiziario bibliografico, per cui si può affermare che non ci sia evento culturale o saggio di un certo rilievo che non venga segnalato e valutato da esperti: circa un centinaio sono gli studiosi che collaborano ad ogni fascicolo.La rivista, che esce annualmente in due fascicoli (nei mesi di giugno e di dicembre), per un totale di oltre 1000 pagine, è sottoposta alla procedura di peer review secondo gli standard internazionali.


I commenti sono chiusi.