in stampa

96. Venanzio Fortunato, Vita di Germano, vescovo di Parigi. Introduzione, traduzione e commento a cura di P. Santorelli, 2020.

L’opera: La vita Germani, probabilmente l’ultima e certamente la più lunga delle vitae agiografiche in prosa scritte da Venanzio Fortunato, è stata pubblicata da B. Krusch una seconda volta nel 1920, più di trenta anni dopo il corpus di tutte le vite. Il risultato è un testo molto meno normalizzato, probabilmente destinato a una revisione finale da parte dell’autore, di resa estremamente complessa nella traduzione italiana qui pubblicata, la prima in lingua moderna. Riguardo ai contenuti, Germano rappresenta un exemplum, colui che, come e più degli altri di cui Venanzio si occupa (Albino, Paterno, Marcello), assomma in sé le prerogative del vescovo ideale: austero nei costumi, prodigo di elemosine, miracoloso guaritore, elegante predicatore, pastore per il popolo di Dio.

L’autore: Paola Santorelli insegna Letteratura cristiana antica nel Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università “Federico II” di Napoli. I suoi interessi scientifici vertono prevalentemente sulla poesia cristiana dal IV al VI secolo (Giovenco, Venanzio Fortunato) e sulla produzione agiografica del VI-VII secolo (Venanzio Fortunato, Baudonivia).

I commenti sono chiusi.